Volontariato
 
Share |
4084 visite

Il Centro di cultura per lo sviluppo, proseguendo nell'esperienza di formazione dei volontari promossa nel tempo dall'E.A.S. (vedi PUBBLICAZIONI), ha realizzato, di concerto e col finanziamento del Centro Servizi per il Volontariato Etneo, diversi corsi di formazione per responsabili e membri di associazioni di volontariato delle province di CT, EN, RG e SR.

Lettura del territorio e dei bisogni contestualizzare progetti e interventi    

(1a edizione: aprile - giugno 2004; 2a edizione settembre - novembre 2005)

 

L'iniziativa formativa ha approfondito strumenti e metodologie necessarie per compiere una rilevazione puntuale delle risorse e dei bisogni emergenti di un territorio e ha fornito competenze adeguate per il loro utilizzo nella costruzione di specifici progetti.

 

Rapporto tra volontariato ed enti pubblici occasioni, strategie, strumenti                                     

(giugno 2004)

 

Il percorso di formazione ha approfondito le strategie, gli strumenti, le condizioni perché, nelle diverse occasioni di costruzione, realizzazione, valutazione del Welfare locale, il volontariato possa fornire un apporto consapevole e competente. Tale formazione contribuisce a qualificare l'apporto delle organizzazioni di volontariato riconosciute dal legislatore quali soggetti significativi della comunità locale ai fini della programmazione e della collaborazione con gli enti locali.

 

Dalle reti dei servizi alle reti della solidarietà

(aprile - giugno 2006)

La metodologia del lavoro di rete risponde all'esigenza di integrazione e collaborazione tra le associazioni operanti sul territorio e altri soggetti per la realizzazione  di interventi efficaci a servizio della persona; la legge quadro dell'assistenza (L.328/00) auspica un sistema integrato di servizi e prestazioni con le prassi proprie del lavoro di rete. Il corso ha permesso ai partecipanti di sperimentare le potenzialità e le risorse presenti nelle reti della solidarietà: i parteicpanti infatti hanno avuto modo di configurare, riconoscere e potenziare le risorse di rete già presenti nelle loro organizzazioni e nel territorio di provenienza.  

Le nuove sfide educative nella società dell'informazione                                      

(novembre - dicembre 2006)

I punti qualificanti di questa iniziativa di formazione sono: l'attualità della tematica e l'offerta, ai volontari impegnati in attività educative, di strumenti concreti di intervento, a favore non solo di minori, ma anche di giovani che di fatto sperimentano una particolare situazione di incertezza e vulnerabilità. Il corso ha messo a fuoco il modo in cui i media influenzano i soggetti in età evolutiva e ha indicato i metodi per l'avvio e la gestione di un rapporto educativo con gli adolescenti e i giovani, per favorire-accompagnare il percorso di crescita e di definizione di un'identità autonoma e adulta. 

I beni ambientali. Tutela, promozione, fruizione                                      

(dicembre 2005 - febbraio 2006)

Il corso ha offerto, ai volontari delle associazioni impegnate nella salvaguardia dei beni ambientali, elementi essenziali riguardanti l'approfondimento di alcune problematiche specifiche, la normativa nazionale e comunitaria di riferimento e la conoscenza dei soggetti istituzionali preposti alla tutela dell'ambiente. Lo scopo è stato quello di rendere efficace l'azione del volontariato sul territorio, sia nell'attività di prevenzione e di denuncia, sia nell'azione di supporto agli Enti locali, sia nella sensibilizzazione dei cittadini alla difesa dell'ambiente. 

Il volontariato tra carcere e territorio. Prospettive, percorsi e strumenti di azione 

(settembre - novembre 2007)

Si è inteso dare un'opportunità formativa ai volontari impegnati, o che desiderano impegnarsi,  dentro le istituzioni penitenziarie. Acquistando competenze in un settore così delicato, il Volontariato può diventare un interlocutore autorevole tra il carcere e la società civile e operare per il futuro reinserimentro sociale del detenuto.  Il corso ha fornito elementi conoscitivi sulla realtà carceraria e sulle normative vigenti, allo scopo di qualificare l'apporto del volontariato nella costruzione di progetti di intervento integrati con i servizi pubblici e privati a favore dei soggetti reclusi. 


23/06/2010 11:25:37

E.A.S. Ente Attivitą Sociali - ACIREALE - Centro di Cultura del'Universitą Cattolica di Milano © 2010 info[at]eas.it
[ Webmail ] [ Credits ] [ Informazioni ]